13 motori di ricerca alternativi a Google

“Lo cerco su Google!” Quante volte ti è capitato di sentire o pronunciare questa frase? Google si è ormai insidiato nei nostri pensieri donandoci la percezione di esser l’unico motore di ricerca. Ma in realtà non è così!

Conosci le alternative a Google? Eccone alcune!

10 alternative di ricerca a Google.

Bing

Bing è il motore di ricerca creato da Microsoft, ed è un importante rivale di Google.
Una delle peculiarità di Bing, è il suo programma di ricompense: ogni ricerca ti consente di accumulare punti riscattabili nei negozi Microsoft e Windows. Un interessante vantaggio!

Inoltre, la ricerca sembrerebbe essere più intuitiva rispetto al suo competitor Google.

Yandex

Yandex (acronimo di Yet Another iNDEXer, ovvero “ancora un altro indicizzatore”) è il motore di ricerca utilizzato da oltre il 45% degli utenti Internet russi.

Viene utilizzato anche in Bielorussia, Kazakistan, Turchia e Ucraina.

È complessivamente facile da usare e, come bonus aggiuntivo, offre una suite di strumenti piuttosto interessanti, che in alcuni casi somigliano ai servizi Google. Un esempio? Yandex Direct, una piattaforma di advertising, simile a Google Ads.

CC Search

CC Search potrebbe essere il tuo punto di riferimento per la ricerca di quasi tutti i tipi di contenuti privi di copyright. Questo motore di ricerca è perfetto se hai bisogno di musica per un video, un’immagine per il tuo blog o altri contenuti “liberi”.

Come funziona questo meccanismo di ricerca?

Il funzionamento di CC Search è semplice: attira risultati da piattaforme come Soundcloud, Wikimedia e Flickr e visualizza i risultati etichettati come materiale Creative Commons.

Abbiamo notato che ogni motore di ricerca si differenzia dagli altri per alcune specifiche peculiarità. Se la privacy è importante per te, ad esempio, potresti considerare i seguenti motori di ricerca:

Swisscows

L’orgoglio di Swisscows è proprio quello del rispetto per la privacy: i dati degli utenti non vengono mai raccolti, archiviati o tracciati!

Inoltre, attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, questo motore di ricerca è in grado di determinare il contesto della query di un utente, fornendo risposte con una precisione sorprendente.

DuckDuckGo

DuckDuckGo non raccoglie né memorizza nessuna delle tue informazioni personali. È la scelta perfetta per coloro che desiderano mantenere private le proprie abitudini di navigazione e le informazioni personali.

StartPage

StartPage fornisce risposte da Google, rendendolo la scelta perfetta per coloro che preferiscono i risultati del celebre motore di ricerca, ma non sono interessati a tenere traccia e archiviare la cronologia della navigazione.

Search Encrypt

Search Encrypt è un motore di ricerca privato che utilizza la crittografia locale per garantire che le tue ricerche rimangano private.

Quando inserisci una query, Search Encrypt estrae i risultati dalla sua rete di partner di ricerca per fornirti le informazioni richieste.

Le tue informazioni rimarranno private anche se qualcuno ha accesso locale al tuo computer.

OneSearch

Nel Gennaio 2020,Verizon Media ha lanciato il suo motore di ricerca incentrato sulla privacy, OneSearch

Promette:

• Nessun cookie di tracciamento, retargeting o profilazione personale.

• Nessuna condivisione di dati personali con gli inserzionisti.

• Nessuna memorizzazione della cronologia delle ricerche degli utenti.

• Risultati di ricerca imparziali e non filtrati.

• Termini di ricerca crittografati.

Cerchi idee, suggerimenti o opinioni? Ecco alcuni dei motori di ricerca che dovresti provare

Wiki.com

Wiki.com estrae i suoi risultati da migliaia di wiki in rete.

È il motore di ricerca perfetto per coloro che apprezzano le informazioni guidate dalla comunità che si trovano su siti come Wikipedia.

Boardreader

Se sei interessato a trovare un forum su un argomento specifico, Boardreader potrebbe esserti utile.

Questo motore di ricerca interroga i suoi risultati da un’ampia varietà di bacheche e forum online. Dovresti essere in grado di trovare il forum che desideri con pochi tasti.

Alcuni motori di ricerca, si possono addirittura definire “a impatto sociale”! Quali sono?

GiveWater

GiveWater si autodefinisce come “motore di ricerca a impatto sociale” che mira ad avere un impatto positivo sul mondo consentendo agli utenti di risolvere il problema della scarsa qualità dell’acqua e dei servizi igienico-sanitari inefficaci in tutto il mondo in via di sviluppo.

È stata fondata dopo che l’amministratore delegato dell’azienda ha incontrato il fondatore di Charity: Water, Scott Harrison, ed è stato ispirato a provare a fare la differenza attraverso il proprio lavoro.

 Ekoru

Ekoru sta affrontando la minaccia sempre presente del cambiamento climatico donando il 60% delle sue entrate mensili a uno dei numerosi enti di beneficenza partner.

Mirano a selezionare una causa di beneficenza diversa ogni mese!

Inoltre, Ekoru utilizza fonti di energia rinnovabile per i suoi data center e prende posizione per i diritti civili non archiviando alcun utente o dati relativi alla ricerca sui propri server.

Ecosia

Il motore di ricerca ecologico!

È sorpendente, ma le ricerche su Google contribuiscono effettivamente alla creazione di un bel po’ di CO2.

Per combattere questo problema, Ecosia utilizza i ricavi generati dalle query dei motori di ricerca per piantare alberi. In genere Ecosia ha bisogno di circa 45 ricerche per piantare un nuovo albero.

Conclusioni

Pensi ancora che Google sia l’unica alternativa per le tue ricerche? Prova a utilizzare motori di ricerca diversi per ogni intento… Potresti restarne stupito! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *